LIBRI – Aprile 2017

COPFiengo.indd

IL CUORE DEL POTERE
Autore: Raffaele Fiengo
Casa Editrice: Chiarelettere
Pag. 393 – € 19

In Italia il grande giornale per eccellente antonomasia è stato ed è Il Corriere della Sera.
Certo condizionamenti sono forti: politici e finanziari.
La base azionaria fluttua ed a volte corre, ma la rappresentanza intera è decisa e forte.
La società dei redattori è vigilie.
Pensiamo ai tempi politici di Craxi.
L’autore un giornalista che ha vissuto all’interno, spiega senza troppe accondiscendenze le lotte: tempi non solo ricchi del passato di Angelo Rizzoli, Eugenio Cefis, Roberto Calvi e la P2. Ora vi è un forte gruppo pubblicitario: Cairo Editori.
Mai privilegi di un singolo gruppo azionista è immerso in una realtà che teme più il ricordo del passato che la forza del presente.


7062139_1880181[1]

NUOTARE CON GLI SQUALI
Autore: Joris Luyendijk
Casa Editrice: Einaudi
Pag. 237 – € 18

Se la finanza nel mondo attuale fosse fonte di sicurezza noi potremmo appartenere al mondo degli uomini fortunati.
Nell’ultimo decennio i politici, gli operatori hanno sopravvalutato il capitale delle banche.
Gli istituti finanziari forte (sic!) sono da iscriversi come realtà virtuale e lontana da offrire tranquillità negli investimenti. I banchieri offrono immagine spesso pubblicitaria del “doman non vi è certezza”. Il mare economico è invaso “dagli squali”… si sopravvive poco e male.


3848829-9788817091046-225x336[1]

GUARIRE CON LE ERBE
Autore: Ciro Vestita
Casa Editrice: Bur
Pag. 325 – € 17

La medicina si amplia ed abbisogna di supporti immediati e… quasi, quasi sicuri.
Le pillole invadono l’io quotidiano.
Molti medici “umani” si rivolgono al passato e scoprono l’utilizzo della natura con i suoi vecchi rimedi.
Le sostanze utili portano con sé efficacia collegata al mondo naturale che le fanno crescere con molti ossidanti ed insiemi di utili residui di clinica antica.
Utilizzare quello che viene proposto ma con informata e vigile cautela.


9788815266019_0_200_0_0[1]

POVERI D’ENERGIA
Autore: Pippo Ranci, Matteo Leonardi, Laura Susani
Casa Editrice: Il Mulino
Pag. 237 – € 15

Anche l’osservatore non di regime ma sufficientemente provveduto nota come l’energia è ormai sostanziale per grandi e forti stati, ma soprattutto per le nazioni che vivono in precarietà.
“I dati forniti sono impressionanti: 1,1 miliardi di persone nel mondo non ha accesso all’energia elettrica e 2,9 miliardi (quasi la metà della popolazione mondiale di 7 miliardi) non può cucinare e scaldarsi se non con fuochi all’aperto”.
Sviluppo limitato, difficile, precario. L’ambiente non sente spesso “buono” il futuro.
Tre noti autori Ranci, Leonardi e Susani, con il supporto della Fondazione Cariplo, continuano un progetto avviato durante l’Expo Milano: non dramma medio-lirico ma preoccupante. Il singolo ancora oggi “beato” un domani può essere privato della serenità e sicurezza.
Tutti i popoli sono legati tra di loro anche se lontani e posizionati in differenti continenti.
L’energia rinnovabile potrà vincere le varie e profonde povertà?


91VJzlKFtuL[1]

PUTIN e la ricostruzione della grande Russia
Autore: Sergio Romano
Casa Editrice: Longanesi
Pag. 160 – € 18

Tutti i commentatori, grandi o piccoli, noti o locali, hanno scoperto, hanno dovuto considerare il nuovo Zar della Russia Vladimir Putin.
Sergio Romano, ex ambasciatore, scorre le vicende del personaggio, grande non solo per i cittadini della Russia di oggi, ma per l’influsso che con determinazione la forza della Russia può contare per la globalità del nostro mondo.
L’autore puntualizza: “Mosca non poteva rimanere inerte difronte all’ipotesi che Georgia e Ucraina entrassero nella Nato. Né poteva tollerare il modo in cui gli occidentali hanno rinunciato al ruolo di garanti che si erano assunti a Kiev, lasciando che i nazionalisti ucraini stracciassero un accordo appena raggiunto e prendessero il sopravvento con un colpo di mano”.
La grande e solida chiesa ortodossa pensa alle figure imperiali del passato… e l’apostolo Andrea è ritenuto ancora oggi più importante ed intelligente del nostro S. Pietro.
Certi la collaborazione con l’Europa è utile al re russo, l’America… si vedrà!
Putin è un grande avvocato di se stesso, sorretto da apparato burocrazia efficiente.

FIERA CAMPIONARIA PADOVA 2017

HOMEHEADER[1]

La Fiera CAMPIONARIA è la manifestazione più visitata dal pubblico del Nord-Est! A 98 anni dalla sua nascita, si rinnova nella sua veste pur rimanendo con la formula multisettoriale, anima e forza dell’evento che la rende il grande appuntamento del Triveneto per incontrare 300.000 potenziali clienti.

The CAMPIONARIA of Padua is the most visited exhibition by the general public in North-East Italy! 98 years after its first edition, the multi-sector proposal of the Trade Fair remains a unique and great showcase where you can reach out to 300,000 potential customers.

SETTORI:

  • SHOPPING ART (National and International Arts & Crafts)
  • GUSTI & SAPORI (National and International Food)
  • IDEE DA ABITARE (Trends and fashion for home furnishings)
  • VIAGGI & TURISMO (Travel, Tourism and Vacation destinations)
  • ESTETICA & BENESSERE (Beauty and Wellness showroom)
  • SAU – SALONE AUTO (New and used cars showroom)
  • VILLAGGIO DEI BAMBINI (Kids Village)
  • CAMPIONARIA CAVALLI (Campionaria Horse Show)

ARTICOLI… SCELTA PER TUTTI – Aprile 2017

logo_occhiodilince

UNO SCIAME DI PARTICELLE ALL’ORIGINE DELLA VITA?
di Roberto Mussa – Il Sole 24 Ore

antimateria.630x360[1]

Non è facile rendere comprensibile le ultime conquiste della fisica: raggi cosmici, conseguenti particelle ricche di energia.
Punto fisso è il sole che emana sempre raggi cosmici. Nell’osservazione delle macchie solari si notano tempeste magnetiche.
La terra non è raggiunta dalle particelle sopra emerse.
Punto d’incontro verticale che con la reazione dei nuclei di azoto ed ossigeno si generano sciami di particelle. Tutto questo può anche portare ad una mutazione genetica… Certo si incontrano raggi cosmici ultraenergetici.
Vari scienziati, da osservatori qualificati hanno scoperto legami con l’antimateria e di conseguenza la conoscenza della natura è diventata più ampia e costruttiva.
Le tecnologie impiegate per la fisica subnucleare portano interrogativi sulle conoscenze dell’antimateria cosmica.
Forse è l’inizio per “vivere” un anti-mondo in un remoto lembo dell’universo?


POPULISMO & DISPOTISMO
di Aldo Grasso – Sette

democrazia[1]

L’uguaglianza è la base del mondo attuale: ma quanto è utile e quanto potrà durare?
Con la democrazia non si può non temere che possa emergere non il meglio (non sempre molto esteso), ma l’aspetto più dei “valori più estesi” non “bassi”.
Si comincia già a parlare della poca utilità del suffragio universale: Aristotele tuonava che la “peggiore ingiustizia consiste nel cercare e volere l’eguaglianza dei diseguali”.
Un attento saggista nel “sogno della democrazia” diretta evidenzia come nel nostro occidente da “democrazia dell’affetto” si passa alla democrazia della domanda. Il pericolo che tutte queste precisazioni ed evoluzioni conducano all’affermazione reale del “dispotismo”.


CIVILTA’ DELLA FRETTA
Di Massimiliano Bucchi – Il Corriere della Sera

fretta[1]

L’orologio è uno strumento utilizzato da secoli: sono cambiate le forme e le funzioni.
Orologi da taschino con la catenina fissata nel panciotto… meglio è l’orologio “universale” è legato al polso sia nell’uomo e sia nella donna. Si sottolinea che gli eserciti usufruirono nelle manovre di truppe l’utilizzo dello strumento a polso. Durante la prima guerra mondiale venne riconosciuto come un “viatico” per il militare semplice o graduato: “La Grande Guerra – scrisse un quotidiano americano nel 1919 – ha reso il mondo più sicuro per gli uomini che indossano un orologio da polso”.
Trasporti ferroviari, comunicazioni aeree, marittime ed altro esigevano ed esigono sincronizzazioni, misure, tempistiche. L’astronauta che si calò sulla luna portò un orologio Omega.
Nuove tecnologie come l’Apple Watch utilizzano dei supporti ma l’orologio rimane simbolo ad indicare, precisare… guai a portarsi in zona ritardi: la nostra mente non può prescindere dall’urgenza della fretta!


GIORNATA MONDIALE DELLA PACE
5^ appuntamento presso la Fiera di Padova
Sabato 13 Maggio 2017

pace-BANNER-1030x369[1]

Il prossimo 13 maggio si svolgerà a Padova la Giornata Mondiale dei Giovani della Pace, organizzata dall’Arsenale della Pace di Torino (SERMIG) che inizierà partendo dalla Fiera di Padova, proseguendo poi in altri punti della città, dove verranno trattate tematiche quali: Pace, Economia, Giustizia, Ambiente, Educazione, Ricerca, Cultura/Informazione, Bellezza, Politica relazione.
In Fiera si raccoglieranno le registrazioni dei 30.000 giovani attesi e si terrà il convegno del Prof. Zamagni sul tema “Economia”.
Il centro della giornata sarà nel primo pomeriggio in Prato della Valle dove si svolgerà, alla presenza di 50.000 giovani, un dibattito “giovani/adulti”.
La giornata si concluderà con un concerto finale.
Riportiamo il pensiero di Ernesto Olivero Responsabile del SERMIG Arsenale della Pace: “Vorrei che la vostra vita diventasse un annuncio di speranza per il mondo, quasi un fragore. Perché il mondo possa diventare veramente nuovo, uno spazio dove nessuno si senta straniero, dove la diversità sia davvero ricchezza, dove la paura non faccia più il nido in voi, ma venga snidata da una mano amica e si trasformi in energia di vita”.


TRENTUN PAROLE… PER UN LIBRO – Aprile 2017

9788811146254_0_0_2617_80[1]

STANZE DI FAMIGLIA
Autore: Furio Bordon
Casa Editrice: Garzanti
Pag. 180 – € 18

La vecchiaia è una realtà che incombe su molti cittadini e penetra dentro le famiglie.
Gli affetti domestici vengono messi in discussione, le donne costituiscono la maggioranza nelle residenze, che enti diversi mettono a disposizione.
Però spesso è necessario superare la quasi mancanza di personale professionale e adeguate risorse economiche.


martin-lutero-999[1]MARTIN LUTERO Ribelle in un’epoca di cambiamenti radicali
Autore: Heinz Schilling
Traduzione: Roberto Tresoldi
Casa Editrice: Claudiana
Pag. 608 – € 39,50

Persona e personaggio conosciuto ormai da tutto il mondo religioso.
La sua traduzione ha segnato un cardine della letteratura tedesca.
Personaggio libero che non può e vuole conoscere l’impero di Roma ed il papato non vive molti anni, ma di attività continua e tesa a rivalutare l’offerta personale fedele.
Sono trascorsi cinquecento anni dalla riforma protestante di Lutero; ribelle o precursore della modernità religiosa?


NULL044603-1-300x466[1]IL BUIO DELL’INDIA
Autore: Giorgio Montefoschi
Casa Editrice: Guanda
Pag. 208 – € 16

Nell’India la luce e il buio sono compagni indispensabili. Il colore bianco e variegato forma tessuto dell’ambiente e del pensiero del povero e del dotto, ora si trova benessere, legato a nuove forme di economia, ma la povertà incombe ed obbliga il governo a continui sussidi e attuazioni.
Tante contraddizioni e facce delle realtà umane?


Botta[1]FIGLI, NON TORNATE!
Autore: Luigi Botta
Casa Editrice: Aragno
Pag. XXII + 596 – € 25

La Grande Guerra ha segnato non solo grandi morti, carneficine, ma solchi profondi in politica e nel mondo famigliare.
Il volume riporta lettere e documenti che le mamme indirizzavano agli italiani che prima dello scoppio della guerra (dal ’15 al ’18) erano emigrati in America. Tornate… o meglio state lontani da questo mondo europeo disastroso e pregno di morte: “Caro figlio, ti dico che in Italia tra i diciotto ed i quarant’anni non trovi più nessuno. Sono tutti sotto le armi”
…Meglio non vedere i figli che mandarli al macello.


9788852073236-cenere-di-mandorlo[1]CENERE DI MANDORLO
Autore: Manuela Stefani
Casa Editrice: Mondadori
Pag. 245 – € 17,50

La Sicilia costituisce l’ambiente naturale di sfondo di base dei sentimenti della protagonista di questo storico-romanzo, che fa emergere gli odi grandi o piccoli di una famiglia siciliana.
Un mondo racchiuso nell’animo più profondo.
In silenzio, il passato “è un mare in divenire”.
Buttarsi tutto alle spalle e sentirsi ancora il peso addosso. Il nuovo inizio è anche una fine di qualcosa che è stato bello, ma doloroso.


Libro_Il-vangelo-secondo-luciano-1[1]IL VANGELO SECONDO LUCIANO
Autore: Luciano Lincetto
Casa Editrice: Publimedia
Pag. 235 – € 15
Tel 049/703342 – 338/6927956

Luciano Lincetto è un personaggio dalle molteplici attività: giornalista, scrittore ed editore. Ricopre diversi incarichi di rilievo sociale.
Pone particolare attenzione per la politica e per il mondo dei media orientati all’attenzione degli aspetti del mondo cattolico, attraverso incontri con personaggi come Guido Gonella, Divo Barsotti, Aldo Moro, Karol Wojtyla e papa Francesco.
Nell’intervista finale, rilasciata al giornalista Gianluca Versace, riporta il lettore alla religiosità familiare e sociale del passato, ma indispensabile nel mondo di oggi.

Finis di Aprile 2017!

logo_occhiodilince

LIBRI – Marzo 2017

a08fdb8cover26736[1]

LA SCHIAVITU’ DEL CAPITALE
Autore: Luigi Canfora
Casa Editrice: Il Mulino
Pag. 111 – € 12,00

Luigi Canfora nasce a Bari nel 1942, scrittore, giornalista, collabora al Corriere della Sera. E’ professore emerito dell’Università di Bari. Libri: Gli occhi di Cesare, Augusto figlio di Dio.
Testo: La povertà incombe nel mondo (quasi un miliardo toccano la soglia della non sopravvivenza). La Cina e l’India infondono linfe vitali, ma nella ricchezza dell’occidente si insinuano difficoltà dovute anche ad ideologie di base. Profitti sempre più elevati per pochi fortunati e “furbi”. Viene criticata a fondo l’America (…prima di Trump…). Papa Francesco è un predicatore solitario. Il capitalismo è uno stregone… insinuante e deleterio? I tentativi di pareggiare gli uomini sono oggetto di studio e di considerazione utile, anzi indispensabile.


 9788823835870_0_0_1535_80[1]

MACCHINE INTELLIGENTI
Autori John E. Kelly e Steve Hamm
Casa Editrice: EGEA
Pag. 144 – € 17,00

Autori: massimi docenti di bilanci e scenari informatici.
Testo: Si sperimentano macchine in grado di “pensare”.
Questi strumenti riusciranno… forse…. a cambiare la società, governare un ente pubblico o privato.
Il nuovo super computer IBM sostituirà parte della medicina invasiva. Comunque l’informatica porterà archivi di informazione globale e totalizzante. Non tutti gli scenari sono lucenti e splendenti.
Però ciascun “umano” sarà regolato dall’informatica, si spera senza creare nuovi razzismi.
Una nuova fisica “computazionale” lancerà principi e realizzazioni.
Partire si… ma con molta attenzione e rispetto del novo essere uomini.


7407635_1988428[1]

GLI ORACOLI DELLA MONETA
Autore: Alberto Orioli
Casa Editrice: Il Mulino
Pag. 247 – € 16,00

Testo: Una parola che è e deve essere la colonna portante dell’economia monetaria è la fiducia.
Prima di tutto le istituzioni politico-governative infondono sentire il problema della moneta base del loro agire. I singoli cittadini, le banche e gli enti finanziari compenetrano le conoscenze valide per far sentire non solo utile ma essenziale la stabilità del valore monetario.
Nella società attuale e nelle istituzioni europee la guardia del banchiere centrale, ora Mario Draghi,
dovuta al carisma basato su una credibilità anche fluttuante ma con una base nel suo valore abbastanza fissa.
Così nella democrazia libera e partecipativa.
La moneta è un pezzo di carta, che però è costretta a contare su valori accettati e scelti della maggioranza.


Volevo-solo-pedalare_A.Zanardi_Cover[1]

VOLEVO SOLO PEDALARE
Autore: Alex Zanardi
Casa Editrice: Rizzoli
Pag. 263 – € 15,00

Testo: Assieme al giornalista Gianluca Gasparini si percorre la vita di questo intenso personaggio “Zanardi” nelle ore di gioia, di impegno e di grande risultato nel paraciclismo.
Zanardi nasce a Bologna nel 1966, nel 2001 in un incidente disastroso e spettacolare perde le gambe… inizia la seconda vita.
Medaglia d’oro ed argento premiano la nuova carriera.
“Quando mi sono schiantato contro il muretto mi sono toccato la faccia, che sanguinava, e appoggiando le mani per vedere se ero ancora tutto intero ho sparso sangue dappertutto.”
“Ho assistito da vicino alla trasformazione di Alex da pilota molto amato tra gli appassionati di motori, un mondo se vogliamo abbastanza ristretto a vero e proprio fenomeno mediatico…”.
La nuova vita scorre…. Ogni giorno le difficoltà, le realtà si sovrappongono…. I traguardi devono essere sudati…. Tanta assistenza, per fortuna sorretto da professionisti e da molti amici.
La lezione per Zanardi da personaggio diventato universale è il “sangue nuovo” che si libera, si ricicla porta il fisico a forze sino allora sconosciute.
Le nuove benzine non si erogano dal distributore, ma dalla mente, dal fisico nuovo. Il lavoro è personale ma un gruppo, un’equipe aiuta ciascuno e tutti.


gioia-di-pensare-vittorino-andreoli[1]
LA GIOIA DI PENSARE
Autore: Vittorino Andreoli
Casa Editrice: Rizzoli
Pag. 432 – € 20,00

Noto, anzi notissimo psichiatra data la sua presenza televisiva e come consulente di importanti processi. E’ anche scrittore fecondo: Il denaro in testa, L’educazione impossibile.
Testo: Siamo costretti a pensare ma ciascuno sceglie il quando e il come, per cui il pensiero è un’arte legata al singolo individuo, ma vi sono interessanti pensatori di professione…. Ecco Andreoli che per ciascun giorno dell’anno porta l’uomo lontano dai sogni e nella realtà di veto del singolo o dei grandi “pensanti” trova uno spunto per capire il “proprio io” e prepararsi ad affrontare il domani.
Le considerazioni quotidiane scorrono facili, ma spesso impegnative non sono sempre fiori piacevolmente odorosi, non spesso guide dei nostri profondi e personali desideri.
Del “conosci te stesso” non nascono solo statue di gesso, ma scenari di memorie e tanto altro.

ARTICOLI… SCELTA PER TUTTI – Marzo 2017

logo_occhiodilince

Presentiamo alcuni articoli che riteniamo utili per fissare linee guida e punti di riferimento…

AGRICOLTURA HI-TECH di Massimiliano Del Barba
Il Corriere della Sera 17 febbraio 2017

Fotolia_135827450_XS-koHE-U432801054201705rcG-1224x916@Innovazione-Web-593x443[1]

Per fattorie, stalle, campi, trattori la trasformazione in senso digitale sarà opera di un futuro non tanto lontano.
I circuiti integrati” con il loro bisbiglio quasi impercettibile trionfano sui rumori tradizionali proprio del lavoro agricolo. La mungitura sarà guidata da telecamere e sensori gli stessi terreni usufruiranno di mappature volte ad accrescere la produttività.
Per Leonardo Valenti, professore alla Statale di Milano, la precisione sarà essenziale per le qualità e le quantità. La meccanica automatica investirà il sapere ed operare “contadino”.
Vi sono già esempi concreti a Treviso, Lodi. La veterinaria troverà registrazione dello stato degli animali e dei mezzi.
Quasi una opera d’arte, non solo di antiquariato ma di flussi moderni.
Terreni difficili incomprensibili…. potometri, ruminometri, saranno di attrazione continuativa ed efficienza non vana.
Vigneti, cantine, saranno fonti di ricchezza se il “cuore del vignaiolo” sarà regolato, accelerato dall’informatica intelligente.
La benzina del trattore sarà un’intelligenza artificiale.


ANALFABETI D’ITALIA di Angelo Panebianco
Il Corriere della Sera – Sette 3 febbraio 2017

1814262616[1]

E’ un dato concreto: si scrive poco, male e senza regole fisse, non solo le poesie che sanno solo un parlare scritto veloce e inarrivabile.
Da quella ricerca risulta che quasi l’ottanta per cento degli italiani è composto da “analfabeti funzionali”.
Fallimento della scuola? Della burocrazia governativa e gestionale dei grandi enti. Il parlare scritto si avvale di neologismi incomprensibili…. Un piatto del fare ed intanto è di pochi giorni fa la decisione di rendere meno rigorosi i criteri di ammissione all’esame di maturità: basterà la media del sei, anche con insufficienze in qualche materia.
Ma è vietato disturbare l’elettore… mettersi i guanti imbottiti e non da pugilato questo è d’obbligo per ognuno… Non dare fastidio e il sorriso è d’obbligo.


ROBOTICA ANTROPOCENTRICA di Guido Romeo
Il Sole 24 Ore Domenica 5 Febbraio 2017

manvsmachine1-e1297475067262[1]

I robot possono e debbono sostenere l’azione dell’uomo in modo che si espanda il lavoro umano. Le macchine saranno in grado di imparare, perché si muoveranno in spazi che l’uomo tiene per sé.
L’industria mondiale non è pronta per affrontare il prodotto finale. Si indica ad esempio che la Piaggio produrrà la sua Vespa ad un costo inferiore ad un sofisticato “smartphone”.
Non si può sostituire l’uomo anzi oggi abbiamo l’occasione di sviluppare una robotica che, mettendo al centro l’uomo, ha più chance di essere accettata e avere successo.
In un altro articolo sempre su “Il sole 24 ore” Luigi Sacco evidenzia che il lavoro quotidiano richiede molteplici informazioni.
Plasmare e sottolineare l’ambiente per fronteggiare la piccola e grande opera innovativa.
Poche ed elette persone vengono esportate dalle tecnologie innovative. Una persona ben informata del lavoro e sul lavoro è ormai indispensabile.


LA MODERNITA’ LIQUEFATTA di Romeo Bodei
Il Sole 24 Ore Domenica 5 febbraio 2017

Zygmunt-Bauman-1[1]

Il nome di Zygmunt Bauman (1925-2017) è diventato sinonimo di società liquida. L’economia stipata nella borghesia profana ciò che un tempo era ritenuto fisso e sacro. I colori etici quasi scompaiono e comunque si espandono nel provvisorio e nella semplicità. Ecco apparire le “vite di scarto”: l’umanità diventa sempre più numerosa ma meno insinuante.
L’oligarchia domina e costringe ad ossequi, una volta impensati.
Le sorgenti della consapevolezza, delle utili conoscenze si restringo, l’immaginazione sostituisce il progresso e la cultura.
Questo sarà sempre vero! “Ai posteri l’ardua sentenza…” purtroppo vari protezionismi si troveranno un loro spazio di influenza.


LO STILE DI D’ANNUNZIO NEL VITTORIALE
Rivista ANTIQUARIATO (febbraio 2017)

Stanza_Leda[1]

Per entrare nel Sancta Sanctorum nella sua residenza al Vittoriale il Vate pronunciò “Prendo possesso di questa terra votiva che mi è data in sorte”. A lui tutto era dovuto, tutto era pensato dalla sua molteplice attività, di poeta, di combattente, di raccoglitore di “cose” di antiquariato… anche moderno.
Spettacolare ed invasiva è la stanza “della servitù” dove morì il 1 marzo 1938 (era nato a Pescara nel 1863). Qui si trova un tavolo da lavoro della Zambracca ripieno di pezzi rari.
Nell’articolo vengono illustrati mobili, oggetti definiti una canonica cardinalizia e di oggetti per bene pregare.
Genio et voluntati… Il buon ritiro con ricordi artistici anche di Michelangelo, manoscritti di Wagner.
Vale assolutamente una visita attenta ed accurata.
Tutto “Hoc opus, hic labor est” è stata ricerca di un certosino colto, curioso, conoscitore di tempi e cose.
Alla fine per D’Annunzio l’arte è guerra: è una milizia eroica.

TRENTUN PAROLE… PER UN LIBRO – Marzo 2017

9788823504073_0_0_800_80[1]LA PELLE DELL’ORSO
Autore: Matteo Righetto
Casa Editrice: Guanda
Pag. 153 – € 14,00

Un giovane Domenico trova il proprio mondo nella montagna. Gioca, matura a contatto della natura. Incontra un orso immenso, la curiosità supera la paura….
Anche il padre è così feroce e precipitoso.
Uno sparo rintrona, ma sono le nuvole ad essere colpite… montagna e bosco sono compagni inseparabili.


9788815265081_0_0_1611_80[1]CHE FINE HA FATTO IL CAPITALISMO ITALIANO
Autore: Giuseppe Berta
Casa Editrice: Il Mulino
Pag. 160 – € 14,00

L’autore è uno storico dell’economia e di studi pubblici e privati.
In questo libro di 150 pagine racconta il capitale italiano forte e deciso quando lo stato democratico o meno è stabile ed ossequioso nelle urgenze e necessità del costruire: grandi marchi imperavano Ansaldo, FIAT, Pirelli sono strumenti pronti negli anni ’30. Poi il capitalismo di stato: IRI… banche, industrie estere ed essenziali.
Il capitale privato per Berta è stato “delicato”.
Made in Italy non solo marchio ma realtà in continua espansione.


4b1a6ae94e3b5137e85eca00b073491f_w600_h_mw_mh_cs_cx_cy[1]LE BATTUTE MEMORABILI DI FEYNMAN
Autore: a cura di Michelle Feynman
Casa Editrice: Adelphi
Pag. 410 – € 26,00

Feynman è stato Nobel nel 1965, fondatore della “Elettrodinamica quantistica”.
Diventa un umorista di se stesso… sempre brillante economista. Queste pagine sono state curate dalla figlia Michelle che ha scelto lettere, lezioni universitarie…. Il sorridere, il ridere e capire anche il popolo. Il tempo attuale è ricco di scienza… non per furbizia leggera ma è quasi un vizio. L’immaginazione è fondamentale. La musica… con la samba a Copacabana è partenza e base per bene operare. La “ribalta” del mondo nel suo complesso.


enaip_orizzontale[1]ESSERE NEL LAVORO
Enaip Veneto 2017

Finito il conflitto mondiale a Padova viene avviato da un gruppo compatto di cattolici delle ACLI uno dei primi enti di formazione al lavoro.
La chiesa ufficiale sostiene l’iniziativa: tutto diventa una grande fucina.
Incontri, riflessioni ora fissate da foto, ricordi…. Scadono è arte, piazzale dei mestieri, percorsi sempre pratici ma rivolti a tutti.
Oggi oltre 5000 allievi ogni giorno entrano nelle aule, nei laboratori: contatto con le aziende è indispensabile e fornisce occasioni per tutti.
I docenti sono vari, preparati e consci di un servizio.

Finis di Marzo 2017!

logo_occhiodilince

gottardo

Giuseppe Gottardo si è dedicato professionalmente all’imprenditoria nel settore agricolo ed editoriale. E’ stato Presidente di varie organizzazioni fra cui la Fiera di Padova, l’ESU di Padova e responsabile/consulente di aziende ed associazioni.

Ha pubblicato numerosi libri di diverso genere letterario, dal saggio all’antologia di poesia religiosa ed al romanzo storico. In molti di essi sono la “memoria” – individuale o collettiva – e la “storia” – fedele o romanzata – ad essere fulcro e fondamento della scrittura. Collabora con continuità a rubriche e trasmissioni in radio e in televisione.

Occhio di lince è una rassegna in Blog dove Giuseppe Gottardo presenta:

  • Libri interessanti utili ed opportuni. Il tutto per fissare l’attenzione del “leggitore” in una conoscenza attuale di cultura, economia e società di ieri, di oggi: uno spazio forte per pensare al futuro.
  • Si aggiunge una scelta di articoli e saggi, ove si sottolineano problemi attuali con uno sguardo per quanto siamo chiamati a pensare e realizzare.
  • Inoltre un contorno di libri racchiusi al massimo in 30-40 parole.
  • Alla fine si evidenzia in “Ritorni e Radici” una pubblicazione significativa del passato.