LIBRI FORTI – DICEMBRE 2018

Linnocente-cover[1]L’INNOCENTE
Autore: Marco Franzoso
Casa Editrice: MONDADORI
Pag. 156 – € 17,50

Franzoso, padovano impegnato, accentua che attualmente le violenze sui bambini sono estese e continue: spesso partono da “situazioni piccole”, quasi minimali e poi diventano una tragedia per il bambino e per l’ambiente in cui vive.
Il bambino è portato a giustificare questo suo essere; l’infanzia “violata” può essere dovuta ad una poca sua attenzione.
Cos’è successo a Matteo? Qual è il male che l’ha segnato? Perché tutti gli stanno addosso per farlo parlare? Ancora una volta l’infanzia violata è al centro di questo libro dello scrittore padovano.
I danni irreparabili, per il giovane, diventano permeati dall’ambiente in cui il bambino è portato ad operare: in seguito a queste svariate situazioni avrà il cuore e la mente orientati a difendersi in continuazione.


Giuseppe-Cesaro[1]INDIFESA
Autore: Giuseppe Cesaro
Casa Editrice: LA NAVE DI TESEO
Pag. 297 – € 16

La Nave di Teseo porta un percorso di dolore e di infanzia soverchiata da elementi esterni che sconvolgono non solo il ragazzo, ma anche la famiglia e l’ambiente che alla fine deve proteggerlo.
Nel romanzo uno squarcio di cielo si presenta come persona madre che, anche se non tale, è protagonista della crescita non violenta dell’anima fragile del bambino.
Andrea va subito in debito di ossigeno. Gli manca l’aria. Non lo capiscono e non si fa capire. Nel posto sbagliato e nel momento sbagliato. Come se avesse perso “la mira al contrario”, vive in un mondo parallelo e ostile. In classe gli manca “il guizzo” della simpatia.
Purtroppo vari personaggi che intervengono sembrano rendere la storia di Andrea non accettata neanche dal suo mondo.
Il bambino crescendo trova nei compagni di giochi un elemento che trasporta il suo cuore in ambienti avversi.


I-nuovi-poteri-forti-cover[1]I NUOVI POTERI FORTI
Autore: Franklin Foer
Casa Editrice: LONGANESI
Pag. 300 – € 22

La carta scritta può a volte aiutare “il soggetto scrivente” a superare le proprie ansie e affrontare con coraggio il mondo vicino.
L’autore però è preoccupato perché i colossi del web sono portati, quasi sempre, a creare una realtà ideale.
Questo può permettere a molti di scoprire quanto non piace.
Uno studio dell’Università di Warwick fa un passo oltre, concentrandosi sull’odio e dimostrando come un maggiore uso di Facebook corrisponda (e sia corrisposto in Germania) – alla crescita degli attacchi contro i rifugiati.
Indubbiamente la realtà che permane latente, in tutto il libro, è costruita per tempo e quindi ciascun lettore e operatore può trovare il suo antidoto.


quello-che-ti-piace-fare-e-cio-che-sai-fare-meglio-157711[1]QUELLO CHE TI PIACE FARE E’ CIO’ CHE SAI FARE MEGLIO
Autore: Filomena Pucci
Casa Editrice:
Pag. 185 – € 15

L’autrice scrive per il “popolo ambientale”, ma sente che trova nelle pagine gettate un antidoto alle sue difficoltà, al suo cercare un aiuto per sé e per gli altri.
L’autrice fa un viaggio all’interno di sé stessa, trova lavoro e impegno per aiutare gli altri e così rinnova in continuazione sé stessa.
Il piacere è la chiave perché contiene gli indizi della tua vera essenza. Ascoltalo, smetterai di cercare e inizierai a costruire, smetterai di correre e inizierai a fiorire. Tu preoccupati solo di diventare chi sei destinato a essere, poi il mondo si muoverà intorno.
Filomena Pucci prima di dormire porta sé stessa a scrivere brevemente quello che ha fatto e che quello che desidera fare il giorno successivo e nei tempi successivi.
Le cancellazioni continue e frequenti, fa emergere al cuore e alla mente dell’autrice, il vero mondo che sente parte importante, non solo per sé, ma anche per i lettori.


Ulderico GambaPENSIERI DI PAOLO VI
Autori: Ulderico Gamba
Casa Editrice: Luciano Lincetto (A.E.P.C.)
Pag. 930

Papa Paolo VI è considerato uno dei grandi Papi del secolo scorso.
Monsignor Ulderico Gamba, noto scrittore di “cose” ecclesiastici, ha saputo cogliere nel libro che Luciano Lincetto, editore attento alla vita religiosa, ha con preparazione lanciato, con gli scritti di Paolo VI, un pensiero per ogni giorno dell’anno.
Studiosi hanno espresso per questo libro mirati apprezzamenti: una vera antologia di osservazioni e di riflessioni.
Cristo, ma anche l’uomo corrente per Paolo VI era soggetto ed oggetto di scritti e di attenzione.
Il cardinale Parolin nella presentazione di quest’opera scrive: “Formulo l’auspicio che questa antologia di pensieri e riflessioni possa suscitare nei lettori il desiderio di imitare la fede, la speranza e la carità di Paolo VI, indimenticabile Pontefice innamorato dell’uomo perché innamorato di Cristo.”
La “canonizzazione” di questo grande Papa, porta all’attenzione del fedele un “personaggio” che sapeva essere “innamorato” di Cristo ma soprattutto attento a quello che il popolo cristiano chiedeva e voleva raggiungere.

Autore: Giuseppe Gottardo

Giuseppe Gottardo: scrittore, pubblicista, opinionista radiotelevisivo Roberto Brumat: giornalista, scrittore, comunicatore www.robertobrumat.it Con Occhio di lince promuoviamo le ultime pubblicazioni di libri (reperibili in italiano nelle librerie e in rete) orientati su aspetti economici e sociali. A ciò uniamo segnalazioni di recenti articoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *